Elena Riva
Socio Ordinario

Condividi


"Se vogliamo che un punto di vista sia di aiuto, bisogna dedicarvisi con tutte le nostre forze, difenderlo fino alla morte.
Nello stesso tempo, però, una voce interiore sussurra:
"Non prenderti troppo sul serio. Tieniti forte e lasciati andare con dolcezza." (cit.)



STUDI

Dal 2001 si occupa di educazione nei settori prima infanzia e minori.
Costantemente impegnata nella ricerca in campo educativo incontra il ''Teatro'' e da esso, spinta da una necessità espressiva, sperimenta un proprio linguaggio ed una propria poetica per comunicare oltre le parole.
Dal 2003 potenzia, sviluppa e va ad approfondire la conoscenza, la competenza teatrale e le proprie capacità espressive accostandosi inizialmente alla poetica del clown.
Ha costantemente approfondito il lavoro attoriale avvicinandosi alla commedia dell'arte con Claudia Contin e partecipando alla scuola di teatro condotta dalla compagnia teatrale milanese ''Impronta Teatro'' con gli insegnanti Gianni Lamanna, Ciro Ruffo, Enzo Giraldo e Alessandro Ferrara e promossa dal comune di Sondrio.
Si diploma come attrice professionista alla scuola di teatro internazionale con il Maestro Jurij Alschitz, ''School after Theatre'', completando il programma educativo  e ricevendo il diploma di frequenza e partecipazione dal GITIS di Mosca Accademia d'Arte Drammatica.
E' impegnata dal 2008 in un progetto di ricerca teatrale per l'interculturale dal titolo ''L'Arte del Dialogo'', percorso supportato dalla Commissione Europea, programma cultura.

SPETTACOLI

Ha realizzato sotto la direzione artistica di Jurij Alschitz i seguenti spettacoli:
Ione di Platone,
Maria Stuarda di Schiller,
Boris Godunov, Mozart e Salieri  di Pushkin,
di Chekhov Il Gabbiano, Le tre sorelle, La signora con il cagnolino,
di Dostoevsky I Demoni.

con Impronta Teatro di Milano ''Sogno di una notte di mezza estate'' Shakespeare.
con Centro Teatro Attivo di Milano, fondatrice del Centro Nicoletta Ramorino ''Donne alla Guerra''
con Associazione Quadrato Magico, associazione culturale della Provincia di Sondrio
''Tutto Benni show'' monologhi e dialoghi tratti dagli scritti di Stefano Benni
''Astaroth'' liberamente tratto dall'opera di Stefano Benni
''Monty Python Flying Circus'' monologhi e dialoghi
''Monty Python Flying Circus'' monologhi e dialoghi
''L'ultimo viaggio di Sindbad'' liberamente tratto dall'opera di Erri De Luca
''Una madre lo sa'' liberamente tratto dall'opera di Concita De Gregorio
''Flessibile Hop! Hop!'' spettacolo dedicato al mondo del lavoro contemporaneo ispirato e liberamente tratto dall'opera di Emmanuel Darley

INSEGNAMENTO

Dal 2001 conduce laboratori di teatro nelle scuole di ogni ordine e grado.
In particolare conduce presso le scuole superiori della Provincia di Sondrio il progetto TEATRO INCONTRO.
Il progetto mette in atto strategie e metodologie per una didattica innovativa per la formazione alla cittadinanza attiva ed è promosso da:
Fondazione Banca Gruppo Credito Valtellinese
Associazione culturale SPARTIACQUE 
L.A.V.O.P.S. Centro Servizi Volontariato di Sondrio
Nell'anno scolastico 2012/2013, sempre nell'ambito del progetto TEATRO INCONTRO, conduce un laboratorio di teatro per i ragazzi delle superiori ed in occasione della giornata mondiale del teatro presenta al pubblico l'esercitazione teatrale liberamente tratta dall'opera di Shakespeare «Sogno di una notte di mezza estate» con il coinvolgimento di 60 ragazzi adolescenti provenienti dalle scuole superiori della provincia.

Con questo spirito di approfondimento artistico, educativo e pedagogico attorno all'arte del teatro continua la ricerca e la sperimentazione per potenziare il proprio linguaggio espressivo, la propria capacità comunicativa e la propria poetica.

Interviene presso biblioteche, scuole, centri culturali ed associazioni per la lettura ad alta voce di testi poetici, testi teatrali, racconti e fiabe.

TEATRO PER IL SOCIALE

Dal 2008 è impegnata nella conduzione di laboratori di ''educazione alla teatralità'' presso la Casa Circondariale della Provincia di Sondrio e partecipa attivamente, all'interno del carcere, al Corso di «educazione alla legalità» così strutturato:
un percorso di scrittura creativa frequentato da un gruppo di detenuti e, parallelamente, un percorso di conoscenza, sensibilizzazione ed approfondimento sulle tematiche del diritto, delle regole, del carcere e della giustizia con studenti delle Scuole Superiori della provincia di Sondrio.
I percorsi prevedono un momento di incontro e scambio in cui i detenuti presentano in forma di drammatizzazione alcuni dei testi prodotti, avviando in questo modo un confronto diretto ed un dialogo con i giovani.

Dai laboratori condotti presso la Casa Circondariale nasce l'esigenza di lavorare per la sensibilizzazione della comunità attorno al tema della detenzione e di tutti gli aspetti che questa condizione provoca. Da qui si riconosce al teatro una forza divulgativa e comunicativa che porta alla nascita di un progetto teatrale che parte dall'analisi del testo di Oscar Wilde dal titolo «La ballata del carcere di Reading», un testo con una densità poetica, con intense parole evocatrici di immagini ed un forte impatto emotivo che portano il lettore e lo spettatore a riflettere attorno al tema della carcerazione e della pena di morte. Alle riflessioni attorno al testo hanno partecipato volontari che svolgono azioni educative all'interno del carcere, detenuti ed ex detenuti.
La fase che segue l'analisi del testo prevede la stesura di un testo drammaturgico e la successiva lettura interpretativa del testo con l'allestimento di uno spettacolo andato in scena a Sondrio il 29 ottobre 2012 presso la Sala delle Acque del Bim (Palazzo Sertoli).

Indirizzo e contatti

Elena Riva
via Torre, 2 - Talamona
Email: riva33@libero.it

Immagini

Comunicati

Rassegna stampa

I nostri eventi passati

castellincanteatro

Ore 20:45 a
12 Dic

Dove siamo

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter, potrai scegliere di ricevere informazioni solo sugli eventi che ti interessano.